Dlgs. 231/2001

Reati Tributari – Responsabilità Enti…

Responsabilità Enti – Reati Tributari

DL n. 124/2019 –   art. 39 – Nuova ipotesi Dlgs. n. 231/2001

segnalazione a cura Studio Legale Ambiente


Approda ieri, 26.10.2019, in Gazzetta Ufficiale il DL n. 124/2019 – disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili.

Il Governo inserisce nel testo dedicato alla responsabilità degli Enti , delle società nuova ipotesi dedicata ai reati tributari.

Laddove la società commetta il delitto di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o documenti per operazioni inesistenti , la società potrà subire imputazione  che colpisce il suo patrimonio con una sanzione pecuniaria fino a 500 quote.

Sappiamo che l’art. 10 Dlgs. 231/2001 fissa il valore di 1 quota da € 250 a 1500 e dunque se moltiplichiamo per 500; la sanzione che potrebbe essere comminata oscilla tra € 125.000,00 a 750.000,00.

“Art. 25-quinquiesdecies (Reati tributari). – 1. In relazione alla commissione del delitto di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti previsto dall’articolo 2 del decreto legislativo 10 marzo 2000, n. 74, si applica all’ente la sanzione pecuniaria fino a cinquecento quote.”. 3. Le disposizioni di cui ai commi 1 a 2 hanno efficacia dalla data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della legge di conversione del presente decreto.

TERRE E ROCCE DA SCAVO – LINEE GUIDA 2019

Resta informato: iscriviti

* indicates required

Categorie